Report daily FIB
         

 

 

  _______________________________
 

Dimensione trading

 

L'arte di Investire

  _______________________________
 

 

 

      Home        
      Ftse MIB40        
      Mat Channel        
      Altre analisi        
      Sezioni speciali        
      Privacy        
     

 

Le indicazioni operative riportate in questa pagina esprimono il mio parere personale; i settaggi degli oscillatori/indicatori nonché i livelli indicati sono scelti dal sottoscritto secondo parametri personalmente giudicati idonei sulla base del momento e del mercato in questione e potrebbero non corrispondere ai parametri standard generalmente utilizzati dalla maggioranza dei traders. In aggiunta, alcuni degli indicatori/oscillatori utilizzati per il calcolo dei livelli sono di tipo proprietario.

 

 

 

    

Ftse MIB40 index: daily report per il giorno 23 ottobre

 

 

Operatività su base grafica.

Area 22021-22395 rappresenta ora la fascia di prezzi più idonea a contenere i movimenti intraday, salvo apertura direttamente in gap-up e successive conferme su base almeno oraria (e da valutare, dunque, intraday). In caso di rotture giustificate, obiettivo minimo rialzista a 22550/600 o, al ribasso, 21800/850 punti circa.

 

Operatività su base statica.

Breve/brevissimo termine: la tenuta del livello inferiore a 22063, come indicato nei precedenti articoli, ha permesso l’attuale recupero culminato, per il momento, a 22362 punti circa, a un passo dall’ex-supporto indicato a 22367 nei precedenti articoli e prima del break risolutivo. Lo stesso livello potrebbe ora fare da supporto (valutazione principalmente in close daily), mentre su base intraday si possono identificare resistenze superiori a 22440 (intermedia), 22540 e 22680 importanti.

Medio termine: la rottura anche sopra 22050 sta confermando la positività del mercato che ha raggiunto e superato anche il successivo target a 22400; i prossimi obbiettivi, in caso di continuazione, potrebbero essere a 22700 (ormai vicino) e 23300/23400 circa, mentre rimane ambizioso quello posto a 24000/24050 circa, I primi supporti utili si rilevano ora a 22200 (validità principalmente su close settimanale) e 22000 punti circa; in caso di ritracciamenti più corposi, possibili entrate long sulla debolezza tra 21300 e 21400 punti circa.

 

Operatività su base dinamica.

Confermata la rottura della precedente sedute sotto 22400 e, dunque, una tale situazione identificherebbe un primo obiettivo a 22050/22100 punti circa (già ampiamente raggiunto), più ambizioso a 21700/21800 punti. Resistenza superiore ora a 22520/540 circa, mentre la principale è stata centrata per due sedute consecutive a 22330/360 circa; l’ultima chiusura risulta sopra e, dunque, occorrerà verificare la prossima apertura (prima ora di contrattazioni).

Trend presunto di breve/brevissimo termine: il mercato è sceso sotto area 22200, dando una prima indicazione di potenziale negatività.

 

Precisazione: il trend grafico di breve e brevissimo termine e l’aspetto ciclico-prezzi non definisco un’operatività con entrata, stop-loss e target ma, semplicemente, tendono a identificare una tendenza dalla sua fase di conferma iniziale (con anche l’indicazione dei prezzi di entrata, generalmente) e la permanenza o la chiusura della stessa nel periodo considerato e, pertanto, andrebbero utilizzati esclusivamente come supporto all’analisi ordinaria intraday e/o overnight. Grazie.