Report daily FIB
         

 

 

  _______________________________
 

Dimensione trading

 

L'arte di Investire

  _______________________________
 

 

 

      Home        
      Fib daily        
      Mat strategies        
      Altre analisi        
      Sezioni speciali        
      Privacy        
     

 

Le indicazioni operative riportate in questa pagina esprimono il mio parere personale; i settaggi degli oscillatori/indicatori nonché i livelli indicati sono scelti dal sottoscritto secondo parametri personalmente giudicati idonei sulla base del momento e del mercato in questione e potrebbero non corrispondere ai parametri standard generalmente utilizzati dalla maggioranza dei traders. In aggiunta, alcuni degli indicatori/oscillatori utilizzati per il calcolo dei livelli sono di tipo proprietario.

 

 

 

    

FIB: daily report per il giorno 15 giugno

 

Oscillatori: il RSI rimane in area neutrale e torna marginalmente sotto la sua mediana; i valori di riferimento  principali potenzialmente utili da verificare in chiusura giornaliera si spostano a21200 e 20885, il primo come resistenza che, nel caso di chiusura serale superiore, potrebbe dare un segnale di inversione rialzista, il secondo come supporto secondario ed una chiusura sotto reitererebbe lo short. Lo stocastico scende oggi, in linea con l’andamento del mercato e incrocia la sua media mobile, rimanendo marginalmente sopra la mediana.

Volumi: flat e nessuna indicazione specifica per la prossima seduta.

Operatività su base grafica.

Domani seduta a rischio superiore alla media per le entrate direzionali; forzando l’analisi si potrebbe pensare, tuttavia, che un break rialzista sopra21200 potrebbe favorire allunghi in direzione di area 21300 circa, almeno. Per le entrate limite attenzione all’area 20740/820 o, viceversa, area 21300/380 circa.

Operatività su base statica.

Breve/brevissimo termine: la discesa attuale dalle prime resistenze ha portato il mercato sulla prima linea di supporto sempre valida a 20830/840 (estensioni possibili a 20770/780) ed eventualmente 20700/720 (molto interessante per l’intraday, almeno). Un ritorno invece sopra 21140/150, mancato in chiusura per ben quattro sedute consecutive, potrebbe allentare la pressione ribassista e riproporre nuovi massimi.

Medio termine: il fib ha raggiunto progressivamente tutti i target auspicati negli ultimi mesi, con particolare rilevanza per i livelli già ampiamente citati a 20300/20350, 20650/20700 e 21000/21050 punti. L’ultimo movimento rialzista, avvenuto con un forte gap-up, ha saltato di netto il valore di riferimento che si trovava a 19600 circa e che condizionava il mercato da qualche settimana, sia al rialzo che al ribasso e che richiamava con costanza i prezzi ogni qualvolta si allontanavano; al momento, invece, le quotazioni stanno stabilmente sopra 21030, ultimo dei livelli di cui sopra, area che fa da riferimento ogni volta che il mercato ha ritracciato intraday, ma non è ancora avvenuto un reale allontanamento dallo stesso con accelerazione rialzista. Quando ciò avverrà, ci saranno discrete possibilità di vedere target superiori a 21800/21900 in primis ed eventualmente, in caso di sua successiva tenuta, anche area 22700/750 punti. Qualora, invece, si dovessero verificare nuovi ritracciamenti di una certa consistenza prima di un nuovo rialzo,  proprio area 19600 circa andrà attentamente monitorata.

 

Operatività su base dinamica.

Perfetta anche oggi la tenuta della resistenza a 21195 visibile anche da grafico giornaliero; il mercato ha ritracciato immediatamente sotto i 21000 punti e avvicinando il primo supporto ora posizionato a 20850/20900 circa, inferiore sempre valido a 20600 circa. Per la prossima seduta: i succitati livelli di supporto saranno ancora validi ma un’apertura tra 20955 e 21040 seguita dal break dei minimi potrebbe favorire ulteriori affondi; in tal caso, pur considerando quando appena rilevato sui supporti, sarebbero anche possibili estensioni ribassiste fino all’area 20500 con potenziale conseguente rientro delle quotazioni in chiusura o, almeno intraday, prima in area 20600 e poi in area 20800/850 almeno. Positivo un ritorno sopra i 21250 ma da valutare successivamente al cambio di contratto.

 

Trend presunto di breve termine e operatività su base ciclica.

Trend grafico di brevissimo termine:  prossimi livelli a 20885 e 21280 punti.

 Trend di breve termine:  il mercato di recente si è appoggiato con precisione sulla precedente resistenza di consolidamento a 20515 (minimi a 20480); il primo livello sensibile al rialzo rimane a 21155, incrociato per diverse di fila dai massimi intraday, quello inferiore a 20600/650 circa.

Ciclico-prezzi: il Minor-Trend identifica ancora il laterale del mercato e la chiusura, oggi, è stata ancora sopra il primo livello sensibile che quota a 20790. Il Main-trend evidenzia un supporto di medio termine a 20060 punti circa.

  

Precisazione: il trend grafico di breve e brevissimo termine e l’aspetto ciclico-prezzi non definisco un’operatività con entrata, stop-loss e target ma, semplicemente, tendono a identificare una tendenza dalla sua fase di conferma iniziale (con anche l’indicazione dei prezzi di entrata, generalmente) e la permanenza o la chiusura della stessa nel periodo considerato e, pertanto, andrebbero utilizzati esclusivamente come supporto all’analisi ordinaria intraday e/o overnight. Grazie.