Report daily FIB
         

 

 

  _______________________________
 

Dimensione trading

 

L'arte di Investire

  _______________________________
 

 

 

      Home        
      Ftse MIB40        
      Mat Channel        
      Altre analisi        
      Sezioni speciali        
      Privacy        
     

 

Le indicazioni operative riportate in questa pagina esprimono il mio parere personale; i settaggi degli oscillatori/indicatori nonché i livelli indicati sono scelti dal sottoscritto secondo parametri personalmente giudicati idonei sulla base del momento e del mercato in questione e potrebbero non corrispondere ai parametri standard generalmente utilizzati dalla maggioranza dei traders. In aggiunta, alcuni degli indicatori/oscillatori utilizzati per il calcolo dei livelli sono di tipo proprietario.

 

 

 

    

Ftse MIB40 index: daily report per il giorno 18 dicembre

 

 

 

Operatività su base grafica.

La precedente rottura sotto 22660 ha decretato la nuova fase di negatività per quanto riguarda il brevissimo termine con obbiettivi a 22460 prima e 22310 come target intermedio; ultimo livello utile per l’eventuale chiusura cautelativa del potenziale short era rilevabile invece a 22130 punti circa, abbondantemente raggiunto nell’ultima seduta. Dal punto di vista grafico, ora, si rileva una doji e, dunque, una potenziale condizione di indecisione dopo alcune sedute di discreto ribasso; attenzione, per questo motivo, all’eventuale tentativo di inversione nei prossimi uno o due giorni, da valutare principalmente in close serale.

 

Operatività su base statica.

Breve/brevissimo termine: la prima resistenza utile indicata a 22580/22590 continua a condizionare negativamente il mercato che non riesce a confermarsi oltre il livello. I valori principali da valutare, market on close, rimangono dunque 22585/590 (per l’eventuale ripresa del rialzo) e 22175/177 (per la potenziale continuazione del ribasso).

Medio termine: il mercato è sceso sotto il primo supporto utile indicato da tempo a 22366; nei prossimi giorni occorrerà valutare l’eventuale conferma oppure, in caso di recupero, un nuovo break, sempre confermato, sopra 22587, situazione che potrebbe far tornare positivo il trend di fondo.

 

 

Operatività su base dinamica.

L’indice è ora a stretto contatto con il primo livello di supporto utile valido a 22040/050 e che, durante l’ultima seduta, ha perfettamente sostenuto il mercato dai tentativi di maggiore negatività. Attenzione, dunque, all’eventuale rottura confermata nei prossimi giorni che potrebbe aprire spazi di discesa verso 21700 prime ed eventualmente 21300/21400 punti. Resistenza a 22700/750 circa.

Trend presunto di breve/brevissimo termine: negativo da 22560; la precedente resistenza a 22480 ha respinto gli attacchi dei compratori per ben tre volte, con precisione, nelle ultime sedute. Nuova resistenza, ora, a 22340/22350.

 

Precisazione: il trend grafico di breve e brevissimo termine e l’aspetto ciclico-prezzi non definisco un’operatività con entrata, stop-loss e target ma, semplicemente, tendono a identificare una tendenza dalla sua fase di conferma iniziale (con anche l’indicazione dei prezzi di entrata, generalmente) e la permanenza o la chiusura della stessa nel periodo considerato e, pertanto, andrebbero utilizzati esclusivamente come supporto all’analisi ordinaria intraday e/o overnight. Grazie.