Report daily FIB
         

 

 

  _______________________________
 

Dimensione trading

 

L'arte di Investire

  _______________________________
 

 

 

      Home        
      Fib daily        
      Mat Channel        
      Altre analisi        
      Sezioni speciali        
      Privacy        
     

 

Le indicazioni operative riportate in questa pagina esprimono il mio parere personale; i settaggi degli oscillatori/indicatori nonché i livelli indicati sono scelti dal sottoscritto secondo parametri personalmente giudicati idonei sulla base del momento e del mercato in questione e potrebbero non corrispondere ai parametri standard generalmente utilizzati dalla maggioranza dei traders. In aggiunta, alcuni degli indicatori/oscillatori utilizzati per il calcolo dei livelli sono di tipo proprietario.

 

 

 

    

FIB: daily report per il giorno 3 agosto

 

Operatività su base grafica.

Per la prossima seduta l’area da considerare sarà 21440-21615 ma le condizioni per posizionarsi long o short e le potenziali rotture direzionali implicano una serie di parametri da accettare un po’ troppo complessi per valutarli appieno in poche righe considerando, soprattutto, che sarà la fase iniziale intraday a meglio definire tali parametri.

Operatività su base statica.

Breve/brevissimo termine: perfetta la tenuta sul mercato che con precisione si è appoggiato di recente al supporto primario indicato a 21350/360 punti; una nuova rottura al ribasso (a parametri intraday confermati) del livello potrebbe ora favorire il raggiungimento di area 21265/21290 almeno. Al rialzo, invece, la resistenza a 21600/620 circa continua a bloccare i tentativi dei rialzisti; l’apertura sopra 21585 o sotto 21575 definirà meglio cosa aspettarsi in caso di rottura sopra o sotto i livelli citati.

Medio termine: il fib ha raggiunto progressivamente tutti i target auspicati negli ultimi mesi, con particolare rilevanza per i livelli già ampiamente citati a 20300/20350, 20650/20700 e 21000/21050 punti. L’ultimo movimento rialzista, avvenuto con un forte gap-up, ha saltato di netto il valore di riferimento che si trovava a 19600 circa e che condizionava il mercato da qualche settimana, sia al rialzo che al ribasso e che richiamava con costanza i prezzi ogni qualvolta si allontanavano; al momento, invece, le quotazioni stanno stabilmente sopra 21030, ultimo dei livelli di cui sopra, area che fa da riferimento ogni volta che il mercato ritraccia intraday o nel brevissimo termine. L’ultima fase di range del mercato ha definito una fascia di prezzi compresa in circa 100 punti (20935/21035) e che per il momento sta catturando l’attenzione degli operatori di medio. Le condizioni affinché il mercato prosegua nella direzione rialzista sono tuttora realistiche e la tenuta dei valori indicati dovrebbe consentire, in futuro, il raggiungimento anche dell’obiettivo superiore valido a 22100/22400 punti circa; condizione utile alla causa, tuttavia, sarebbe la tenuta di 20350/20400 in caso di nuovi ritracciamenti del mercato nel breve termine, in caso contrario le quotazioni potrebbero tornare, almeno, a 19900 punti circa.

 

Operatività su base dinamica.

Perfetta la tenuta del supporto indicato in area 21500; il livello, in ogni caso, rimarrà valido e da valutare qualora i prezzi dovessero chiuderci sotto.

Trend presunto di breve/brevissimo termine: neutrale.

Volumi: flat e nessuna indicazione per la prossima seduta.

 

Precisazione: il trend grafico di breve e brevissimo termine e l’aspetto ciclico-prezzi non definisco un’operatività con entrata, stop-loss e target ma, semplicemente, tendono a identificare una tendenza dalla sua fase di conferma iniziale (con anche l’indicazione dei prezzi di entrata, generalmente) e la permanenza o la chiusura della stessa nel periodo considerato e, pertanto, andrebbero utilizzati esclusivamente come supporto all’analisi ordinaria intraday e/o overnight. Grazie.